Termine di ricerca

Schaeffler lancia il programma RACE

Pressrelease Stage Image

06/03/2019 | Momo

  • Programma per l’incremento sostenibile dell’efficienza e l’ottimizzazione del portafoglio della Divisione Automotive OEM
  • Salvaguardia e rafforzamento della creazione di valore a lungo termine in tre fasi (2019-2024)
  • La fase iniziale si concentra su sei leve di risultato
  • Le azioni della Fase I sono mirate al miglioramento degli utili di circa 90 milioni di euro (margine EBIT 100 punti base)
  • Obiettivo a medio termine è una percentuale di margine EBIT prima degli effetti speciali nel campo alto delle percentuali ad una cifra

In data odierna, durante la sua annuale conferenza stampa, Schaeffler AG ha reso noto il programma RACE, che è finalizzato all’incremento sostenibile dell’efficienza e all’ottimizzazione del portafoglio della Divisione Automotive OEM. L’acronimo RACE sta per “Regroup Automotive for higher Margin and Capital Efficiency”. All’interno del Consiglio di Amministrazione di Schaeffler AG, è stato individuato Matthias Zink, CEO della Divisione Automotive OEM, come responsabile del programma. Analogamente alla procedura utilizzata nel programma CORE della Divisione Industrial, RACE è articolato in tre fasi. La prima fase del programma, iniziata il 1° gennaio 2019, copre i prossimi 18-24 mesi.

Il programma si è reso necessario a causa di una serie di fattori esterni e interni che hanno indebolito significativamente il margine EBIT prima degli effetti speciali della Divisione nell’esercizio 2018.

Per affrontare questo, l’obiettivo prioritario del programma RACE è quello di migliorare in modo sostenibile il margine nei prossimi tre/quattro anni e di generare una percentuale di margine EBIT nel campo alto delle percentuali ad una cifra.

La Divisione prevede di raggiungere questo miglioramento del margine con una serie di misure focalizzate su sei leve di risultato: (1) ottimizzazione del network degli stabilimenti in Europa, (2) ottimizzazione del portafoglio di business, (3) riduzione consistente dei costi generali, (4) aumento dell’efficienza R&D, (5) aumento dell’efficienza di capitale e (6) miglioramento sostenibile dell’entrata ordini. Le misure riguardano tutte le quattro business divisions (Engine Systems, Transmission Systems, E-Mobility e Chassis Systems) e le funzioni centrali interne ed esterne alla Divisione e riguarderanno principalmente l’Europa.

“Le nostre misure e decisioni RACE affrontano la pressione sui margini in alcune aree di prodotto e anche il calo dei margini lordi” ha dichiarato Matthias Zink. “Allo stesso tempo, vogliamo ridurre ulteriormente l’elevata dipendenza dai motori a combustione interna e - in qualità di partner tecnologico innovativo per i nostri Clienti - utilizzare le opportunità offerte dagli ambiti dell’ibridizzazione e dell’elettrificazione in modo molto più estensivo. A tal proposito daremo prova di una disciplina riguardo a costi e capitali molto rigorosa. Inoltre, ridurremo la quota di prodotti che generano margini ridotti ed espanderemo la quota di quelli con margine più elevato. I prodotti che stanno venendo gradualmente eliminati o che non generano sufficiente rendimento verranno messi al banco di prova. Faremo in modo di suddividere le nostre spese in ambito R&D e il nostro capitale in modo tale che i prodotti e le soluzioni di sistema ad elevato rendimento, nonché le aree strategiche orientate al futuro come la E-Mobility e la guida autonoma, possano beneficiarne il più possibile.”

Come parte della prima fase del programma RACE, la Divisione pianifica di consolidare ulteriormente il suo network di stabilimenti europei. Questo riguarderà presumibilmente cinque stabilimenti europei in cui la Divisione OEM ha siti di produzione. Tutte le misure in programma saranno discusse anticipatamente con i rappresentanti dei lavoratori come stabilito nell’Accordo per il Futuro dello scorso anno. Entrambe le parti ambiscono a soluzioni socialmente responsabili senza licenziamenti o chiusure di stabilimenti. Alla luce di questo, si tratterà soprattutto di vendere o combinare attività. Ad oggi si parla di una riduzione del personale di 900 posti, di cui 700 in Germania. Questi numeri comprendono la vendita di attività non centrali nelle business division Motori e Sistemi di trasmissione. La quota R&D (il rapporto tra le spese R&D e il fatturato) della Divisione Automotive OEM dovrà essere limitata tra l’8 e l’8,5% nel 2019 e nel 2020 tenendo in considerazione l’IFRS 15. Inoltre, gli investimenti per il medesimo periodo saranno limitati a non più di 900 milioni di euro p.a. Infine, la Divisione aumenterà la sua entrata ordini nelle unità E-Mobility e Chassis Mechatronics tra 1,5 e 2 milioni di euro p.a. nei prossimi tre anni.

Klaus Rosenfeld, CEO di Schaeffler AG, ha dichiarato: „Avendo completato con successo le prime due fasi del programma di efficienza CORE nella Divisione Industrial con due anni di anticipo rispetto a quanto preventivato, abbiamo lanciato una terza fase denominata Fit per assicurare la durabilità e abbiamo spostato il nostro focus principale sull’aumento dell’efficienza della nostra Divisione Automotive OEM. Sono sicuro che saremo in grado di trasferire la nostra esperienza con il CORE nella concezione e nell’implementazione del RACE. Il programma RACE rappresenta un’altra importante componente della trasformazione del Gruppo Schaeffler. Il focus è l’incremento dell’efficienza e l’ottimizzazione del portafoglio. Realizzeremo il programma con tutte le sue conseguenze e scopriremo nuove possibilità di crescita. Nel fare questo, ci affideremo alla nostra competenza tecnologica e alla nostra forza innovativa.

Dichiarazioni che guardano al futuro e previsioni

Alcune dichiarazioni contenute in questo comunicato stampa riguardano il futuro. Per loro natura, simili affermazioni implicano un numero di rischi, incertezze e supposizioni che potrebbero determinare che i reali risultati o gli eventi differiscano materialmente da quelli espressi o implicati dalle suddette dichiarazioni che guardano al futuro. Questi rischi, incertezze e supposizioni potrebbero ripercuotersi negativamente sugli esiti e sulle conseguenze finanziarie dei piani e degli eventi qui descritti. Non vi è alcun obbligo di aggiornare pubblicamente o rivedere le dichiarazioni che guardano al futuro, che sia a seguito di nuove informazioni, eventi futuri o altri motivi. I destinatari di questo comunicato stampa non dovrebbero fare eccessivo affidamento sulle dichiarazioni che guardano al futuro, le quali riflettono esclusivamente la situazione alla data di questo comunicato stampa. Le dichiarazioni contenute in questo comunicato in merito a trend o sviluppi del passato non dovrebbero essere intese come attestazioni che i medesimi trend e sviluppi proseguano anche nel futuro. Le avvertenze sopra descritte sono da considerare in relazione a successive dichiarazioni riferite al futuro in forma verbale o scritta da parte di Schaeffler o di persone che agiscono in suo nome.

Editore: Schaeffler Italia S.r.l.
Paese di emissione: Italia

Download

Comunicati stampa

Pacchetto (comunicato stampa + media)

Condividi sito

Schaeffler utilizza i cookie per garantirvi una navigazione ottimale. Continuando a navigare su questo sito Web accettate automaticamente l’utilizzo dei cookie. Ulteriori Informazioni

Accetta