Termine di ricerca

Comunicati Stampa

CMBlu e Schaeffler cooperano nello sviluppo e nell'industrializzazione di batterie a flusso organico redox come sistemi di stoccaggio di energia su larga scala

Pressrelease Stage Image
Il Dr. Peter Geigle, CEO di CMBlu e il Prof. Dr. -Ing. Peter Gutzmer, Vice CEO e CTO di Schaeffler AG, hanno siglato un accordo di cooperazione per lo sviluppo di sistemi di stoccaggio energetico su larga scala.

30/11/2018 | Momo

  • CMBlu ha studiato l’innovativa tecnologia di stoccaggio rinnovabile “flusso organico” basata su risorse organiche rinnovabili illimitate ed ha sviluppato un prototipo
  • Lo stoccaggio di energia organica si basa sulla lignina, una sostanza naturale prodotta illimitatamente come scarto dalla produzione di carta e cellulosa
  • CMBlu e Schaeffler hanno firmato un accordo di cooperazione per lo sviluppo e la produzione su larga scala di sistemi di stoccaggio energetico

CMBlu Projekt AG e Schaeffler Technologies AG & Co. KG hanno annunciato la firma di un accordo di sviluppo congiunto per la cooperazione nella produzione di sistemi di stoccaggio energetico su larga scala. Negli ultimi cinque anni, CMBlu - in collaborazione con gruppi di ricerca provenienti da università tedesche – ha sviluppato un prototipo dell’innovativa tecnologia di stoccaggio rinnovabile “Flusso Organico” per la rete elettrica. Su questa base, Schaeffler e CMBlu svilupperanno e produrranno insieme prodotti commerciali che verranno poi messi sul mercato da CMBlu. L’obiettivo di entrambi i partner è quello di dare un contributo sostanziale a livello mondiale per una fornitura di energia sicura, efficiente e sostenibile.

Le batterie a flusso organico possono essere utilizzate in modo flessibile come unità fisse di stoccaggio energetico nella fornitura elettrica e contribuiscono all’equilibrio tra produzione e consumo. La tecnologia ha diverse applicazioni, ad esempio nello stoccaggio intermedio di energie rinnovabili o peak shaving negli stabilimenti industriali. Un altro campo di applicazione è l’infrastruttura di ricarica per la mobilità elettrica. Come deposito buffer, le batterie contribuiscono al rifornimento delle reti a medio voltaggio, eliminando la necessità di potenziamento dovuta a carichi aggiuntivi. In sostanza, soltanto con sistemi di stoccaggio energetico potenti e misurabili come le batterie a flusso organico sarà possibile un’infrastruttura di ricarica decentralizzata per veicoli elettrici.

La tecnologia che sta alla base è simile al principio delle batterie a flusso redox convenzionali. L’energia elettrica è stoccata in composti chimici che formano elettroliti in soluzione acquosa. Diversamente dai normali sistemi basati sul metallo, per lo stoccaggio vengono utilizzate molecole organiche derivate dalla lignina. La lignina si trova in ogni pianta, come ad esempio negli alberi o nelle graminacee. È una fonte naturale rinnovabile e ne vengono estratte milioni di tonnellate nella produzione di carta e cellulosa come prodotto di scarto. Questo garantisce che la lignina sia una materia prima inesauribile per sistemi di stoccaggio energetico su larga scala.

Tutte le componenti elettrotecniche nel convertitore di energia sono state adattate a questi elettroliti e migliorate per una produzione in serie economicamente vantaggiosa. L’intera catena del valore delle batterie può essere realizzata localmente senza dipendenze di importazione da singoli Paesi. Inoltre, i sistemi di batteria a flusso organico non usano terre rare o metalli pesanti, non sono infiammabili e quindi possono funzionare in modo molto sicuro. A causa del loro principio operativo, la capacità dei sistemi a flusso organico può essere aumentata indipendentemente dall’energia elettrica ed è limitata soltanto dalla dimensione dei serbatoi di stoccaggio e dalla quantità di elettroliti.

“La natura ha sviluppato metodi di stoccaggio energetico molto sicuri ed efficienti in miliardi di anni. Siamo molto orgogliosi di essere in grado di applicare questo principio in sistemi di stoccaggio energetico su larga scala. Per questo scopo, usiamo risorse rinnovabili illimitate. Di conseguenza, rendiamo possibili sistemi di stoccaggio energetico molto grandi ed efficienti dal punto di vista economico. Con Schaeffler abbiamo guadagnato un partner internazionale esperto per l’industrializzazione e la produzione dei nostri sistemi al fine di padroneggiare le sfide globali nel contesto della transizione energetica”, ha affermato il Dr. Peter Geigle, CEO di CMBlu.

“Siamo molto contenti di poter partecipare con la nostra competenza in ambito di tecnologia di rivestimento e produzione di massa nel campo molto interessante per il futuro dello stoccaggio energetico stazionario di CMBlu. Con questa cooperazione, Schaeffler presidia un altro ambito tecnologico innovativo. I sistemi di stoccaggio su larga scala pianificati si adattano perfettamente alla nostra strategia “Mobilità del Domani”, nella quale stiamo considerando l’intera catena energetica e offrendo soluzioni”, ha dichiarato il Prof. Dr.-Ing. Peter Gutzmer, Vice CEO e CTO di Schaeffler.

CMBlu e Schaeffler hanno stipulato un accordo di cooperazione di lunga durata per lo sviluppo di sistemi di stoccaggio energetico su larga scala con l’obiettivo di fornire prodotti pronti per il mercato. Prossimamente CMBlu stabilirà l’intera supply chain con altri partner industriali, includendo tutti i pre-prodotti. Inoltre, è stata avviata la produzione di un prototipo ad Alzenau. CMBlu ha già siglato contratti con clienti di riferimento per implementare nei prossimi due anni progetti pilota selezionati. I primi sistemi commerciali sono pianificati a partire dal 2021.


CMBlu
CMBlu Project AG è uno dei leader mondiali nell’area delle batterie a flusso organico, che vengono utilizzate come stoccaggio di energia nella rete elettrica. In cooperazione con gruppi universitari e partner industriali importanti, CMBlu sviluppa la tecnologia chiave per una transizione energetica sostenibile e rende possibile un’infrastruttura di ricarica nazionale per la mobilità elettrica. Attualmente, 70 collaboratori lavorano nel quartier generale di CMBlu situato ad Alzenau, vicino a Francoforte sul Meno in Germania. Lì si trova anche uno dei più grandi centri R&D a livello mondiale per sistemi a flusso organico.

Editore: Schaeffler Italia S.r.l.
Paese di emissione: Italia

Media correlati
Download

Comunicati stampa

Pacchetto (comunicato stampa + media)

Condividi sito

Schaeffler utilizza i cookie per garantirvi una navigazione ottimale. Continuando a navigare su questo sito Web accettate automaticamente l’utilizzo dei cookie. Ulteriori Informazioni

Accetta