Frizione con molla a tazza

Dettagli frizione con molla a tazza

Grafico
 
 

Compito della frizione
Con il progresso della produzione automobilistica i componenti della frizione devono soddisfare oggi molti requisiti che influiscono fortemente sul comfort della vettura. Si tratta ad esempio di avvio dolce, veloce cambio di marcia, smorzamento delle vibrazioni e riduzione dei rumori al minimo. I nostri progettisti hanno affrontato tali questioni. Quindi le moderne frizioni sono caratterizzate da resistenza alla velocità, elevata sicurezza di trasmissione, bassa altezza costruttiva, ridotte forze di disinnesto e lunga durata. I componenti principali di una frizione sono: anello di spinta, volano a disco e disco frizione.

L'anello di spinta forma con il volano e il disco frizione un sistema di attrito ed è fissato al volano tramite l'avvitamento dell'alloggiamento. L'anello di spinta provvede a inoltrare la coppia del motore -tramite il disco frizione- all'albero primario del cambio. Negli anni '70 la frizione con molla a tazza ha progressivamente soppiantato le molle elicoidali nel settore automobilistico. Da allora la forza di pressione per la trasmissione della coppia motore viene esercitata da una molla a tazza fessurata. Il conducente percepisce chiaramente la molla a tazza perché grazie alla ridotta forza di disinnesto deve esercitare solo minime forze sul pedale. A seconda della struttura e del tipo di comando della frizione si distingue tra frizione con molla a tazza tirata o premuta.

La frizione classica LuK con molla a tazza è la frizione premuta. Il mozzo poligonale è avvitato sull'albero a manovella insieme alla puleggia scanalata. Il flusso di carico va dapprima nel volano avvitato passando attraverso l'alloggiamento della frizione. L'anello di spinta è collegato all'alloggiamento della frizione tramite molle a lamina. Le camme dell'anello di spinta sporgono dalle aperture dell'alloggiamento. Su queste camme poggia la molla a tazza collocata esternamente. Essa è fissata all'alloggiamento in modo orientabile tramite perno e anelli metallici. Il cuscinetto di disinnesto è disposto in modo mobile sul mantello esterno cilindrico del mozzo poligonale. La coppia viene trasmessa tramite il disco frizione all'albero primario del cambio. Questo è eseguito come albero cavo e poggia sul codolo dell'albero a manovella tra frizione e motore.