Pubblicazioni
 

Catalogo | 2014-07
Listino prezzi 2014-07

 
ULTERIORI INFORMAZIONI

Medias Sistema per la scelta di prodotti e consulenza

Cuscinetti volventi, cuscinetti a strisciamento, accessori
Pubblicazioni
 

Catalogo | 2006-09
Cuscinetti volventi
Cuscinetti a sfere, Cuscinetti a rulli, Cuscinetti a rullini, Rotelle, Cuscinetti per vit a ricircolazione, Cuscinetti con anello di Bloccaggio/Unità di supporto, Supporti, Accessori

 
Prodotti INA e FAG

Cuscinetti volventi e cuscinetti a strisciamento

I cuscinetti per movimenti di rotazione si suddividono in cuscinetti volventi e cuscinetti a strisciamento. a seconda che le forze vengano trasferite tramite elementi volventi oppure per strisciamento.

Cuscinetti volventi

I cuscinetti volventi generalmente si compongono di due anelli con piste di rotolamento integrate. Tra gli anelli sono disposti i corpi volventi, che scorrono sulle piste di rotolamento. Come copri volventi si utilizzano sfere, rulli cilindrici, rullini, rulli conici e rulli a botte. Nella norma i corpi volventi vengono guidati da una gabbia che li tiene a distanza uniforme ed impedisce che si tocchino reciprocamente. Nei cuscinetti a rullini e nei cuscinetti radiali orientabili a rulli, la gabbia assicura inoltre anche la posizione corretta dell'asse dei corpi volventi. Se i cuscinetti sono scomponibili, la gabbia trattiene i corpi volventi e semplifica il montaggio dei cuscinetti. Per applicazioni particolari vengono utlizzati anche cuscinetti a pieno riempimento di sfere, di rulli e di rullini.
Il materiale standard per le gabbie in lamiera è acciaio, per alcune applicazione anche ottone. Le gabbie massicce sono in ottone, acciaio, resina ed altri materiali. Molto diffusi sono anche gabbie in materiali termoplastici, soprattutto in poliammide rinforzata con fibre.
Gli anelli ed i corpi volventi sono prevalentemente in acciaio al cromo temprato a cuore; viene anche utilizzato acciaio da cementazione. I cuscinetti speciali per condizioni d'esercizio estreme - carico, velocità di rotazione, temperatura, corrosione - sono realizzati in acciai resistenti alle temperature e/o acciai resistenti alla corrosione, plastica, ceramica ed altri materiali.
I cuscinetti volventi sono disponibili nella versione aperta e con tenute su uno o su ambo i lati. I principali tipi di tenuta sono tenute non striscianti e tenute a labbro.

Caratteristiche ed utilizzo

Ogni tipologia di cuscinetti volventi ha determinate caratteristiche, che la rende adatta a determinate applicazioni. Regole valide in generale per la scelta del tipo di cuscinetto esistono solo limitatamente, dato che vanno considertati e ponderati diversi fattori. Oltre al carico ed alla velocità di rotazione spesso bisogna tenere conto anche di fattori come la temperatura, la lubrificazione, la vibrazione, il montaggio e la manutenzione ecc. In molti casi la costruzione circostante determina almeno una delle quote principali del cuscinetto - prevalentemente il diametro del foro.
I cuscinetti radiali sono cuscinetti volventi per carichi prevalentemente radiali. La maggior parte dei cuscinetti assorbono carichi combinati ad esempio i cuscinetti radiali a sfere, i cuscinetti a sfere a contatto obliquo, i cuscinetti a rulli conici o i cuscinetti radiali orientabili a due corone di rulli. I cuscinetti a rulli cilindrici N, NU, la maggior parte dei cuscientti a rullini e gli astucci a rullini con e senza fondello possono essere caricati solo radialmente.
Per cuscinetti assiali si intendono cuscinetti volventi per carichi prevalentemente assiali. I cuscinetti assiali orientabili a rulli ed i cuscinetti assiali a sfere a contatto obliquo a semplice effetto assorbono carichi combinati assiali e radiali. I restanti cuscinetti assiali possono assorbire solo carichi assiali.
Se in direzione radiale vi è a disposizione solo poco spazio, si scelgono cuscinetti con altezza della sezione particolarmente bassa, ad esempio gabbie a rullini, cuscinetti a rullini senza e con anello interno, cuscinetti radiali rigidi a sfere e cuscinetti radiali orientabili a rulli a due corone di determinate serie costruttive.
Se lo spazio assiale è limitato, allora, per carichi radiali e combinati, sono idonei i cuscinetti a rulli cilindrici ad una corona, i cuscinetti radiali rigidi a sfere o i cuscinetti a sfere a contatto obliquo. Per supportare carichi assiali vengono applicate gabbie assiali a rullini, cuscinetti assiali a rullini o cuscinetti assiali a sfere di determinate serie costruttive.
Un'altra caratteristicha è il modo con il quale i cuscinetti guidano l'albero. Esistono cuscinetti che consentono lo spostamento assiale, cuscinetti che guidano l'albero in una o in due direzioni assiali e altri che tollerano disallineamenti nella costruzione circostante.
Per il dimensionamento del cuscinetto sono determinanti in prima linea l'entità ed il tipo di carico - dinamico o statico - e le esigenze di durata e di sicurezza d'esercizio del cuscinetto. I cuscinetti, in rotazione, sono sollecitati dinamicamente. I cuscinetti sono sollecitati staticamente nel caso di movimenti molto lenti, di movimenti di oscillazione e di carichi a cuscinetto fermo. In generale vale che a parità di ingombro esterno i cuscinetti a rulli possono supportare maggiori carichi rispetto ai cuscinetti a sfere. Nel caso di carichi medio-piccoli si utilizzano quindi prevalentemente cuscinetti a sfere; per carichi e diametri albero di maggiore entità si utilizzano maggiormente cuscinetti a rulli.

Cuscinetti a strisciamento

I cuscinetti a strisciamento così come i cuscinetti volventi hanno il compito di supportare o di guidare le parti in movimento. Quindi devono assorbire e trasmettere le forze che gravano sul cuscinetto. Se nei cuscinetti volventi si separano gli elementi di supporto dai componenti rotanti, allora i componenti della catena cinematica - alberi, perni o altre superfici - scorrono nei cuscinetti a strisciamento - boccole, gusci o nastri. Il movimento di strisciamento avviene quindi direttamente tra lo strato di strisciamento del cuscinetto e la controsuperficie. La lubrificazione viene assicurata grazie a scorte di lubrificante interne oppure grazie all'applicazione di uno strato di lubrificante solido su un corpo portante. Per movimenti radiali il gioco del cuscinetto tra albero e superficie di strisciamento assicura il movimento delle parti.

I cuscinetti a strisciamento sono disponibili come cuscinetti radiali, cuscinetti assiali, nastri, semigusci e in molte altre forme costruttive. Hanno un funzionamento silenzioso, sono particolarmente adatti ai carichi elevati con movimenti rotativi e oscillanti relativamente lenti e alle alte e basse temperature. Grazie alle loro molteplici proprietà vengono utilizzati in quasi tutti i settori industriali, soprattutto quando vi è a disposizione uno spazio molto limitato.