Applicazioni

Riduttori industriali

Foto: Società Getriebebau Nord
 
 
 

Dati tecnici

  • Potenza motrice 3,7 kW
  • Velocità in entrata: 1500U/min
  • Rapporto di trasmissione: 50:1

Requisiti

  • Elevate prestazioni
  • Struttura semplice
  • Scarsa necessità di manutenzione
  • Possibilmente molti cuscinetti identici
  • Armonizzati
  • Durata a fatica di tutti i cuscinetti
Scelta del cuscinetto

Viti senza fine

Il carico principale della vite senza fine è orientato assialmente mentre la direzione del carico varia con il senso di rotazione dell'albero. Le forze radiali che devono essere trasmesse dai cuscinetti sono comparativamente basse. Viene scelta una disposizione cuscinetto bloccato-cuscinetto libero. La funzione di cuscinetto bloccato viene assolta da due cuscinetti a sfere a contatto obliquo in esecuzione universale FAG 7310B.TVP.UA. Il suffisso UA indica che i cuscinetti possono essere composti a piacere con disposizione in Tandem, ad O o ad X. Questo genera un modesto gioco del cuscinetto dopo il montaggio con disposizione ad O o ad X con tolleranze j5 sull'albero e J6 nel supporto. I due cuscinetti a sfere a contatto obliquo sono montati con disposizione ad X. A seconda della direzione di rotazione della vite senza fine il carico assiale viene trasmesso da uno o dall'altro cuscinetto. Come cuscinetto libero viene montato un cuscinetto a rulli cilindrici FAG NU309E.TVP2.

Albero della vite senza fine

I cuscinetti dell'albero della vite senza fine vengono prevalentemente caricati in direzione radiale; le forze assiali sono relativamente basse rispetto al carico radiale. Viene quindi disposto un cuscinetto radiale rigido a sfere FAG 6218 come cuscinetto bloccato ed un cuscinetto a rulli cilindrici FAG NU218E.TVP2 come cuscinetto libero.

Lubrificazione, tenuta

Gli azionamenti con vite senza fine ed i cuscinetti vengono lubrificati ad olio. Il livello dell'olio deve raggiungere il diametro primitivo della vite senza fine. Gli anelli di tenuta dei cuscinetti radiali orientabili a due corone di rulli nei punti di contatto con gli alberi impediscono la fuoriuscita dell'olio ed offrono una protezione sufficiente contro l'infiltrazione di impurità.