Applicazioni

Azionamenti estrusori

Unità di distribuzione per due viti senza fine

Funzionamento

Gli estrusori mescolano, comprimono, degasano e omogeneizzano la plastica in polvere o in granulato, trasformata con stabilizzatori, lubrificanti, coloranti o cariche. Infine, gli estrusori premono la plastica così prodotta attraverso un ugello in un utensile profilato.

Durante queste fasi, agiscono sull’azionamento dell‘estrusore elevati momenti torcenti e grandi forze assiali; l’azionamento deve resistere a grandi sollecitazioni. In determinati processi di estrusione gli interassi delle viti sono minimi.

Questo rende necessari azionamenti dalle prestazioni molto concentrate e produce forze assiali molto elevate sugli alberi delle viti.

 
 
Unità di distribuzione di un estrusore dell'azienda P.I.V.
 

L'ingranaggio (a) trasmette un elevato momento torcente sull'albero intermedio (b). Da qui, il momento torcente è trasmesso per mezzo di ingranaggi intermedi (c) all'albero rotante della vite senza fine, che ruota nella stessa direzione. L'albero intermedio è compensato, quanto a regime di giri e momento, da un albero di torsione.

Sugli alberi delle viti senza fine compaiono elevate forze assiali che derivano dal processo di estrusione.

Requisiti

I cuscinetti dell'estrusore sono lubrificati a olio. Dai cuscinetti ci si attende:

  • una durata da 20 000 h a 30 000 h
  • affidabilità d'esercizio
  • trasmissione di elevati carichi radiali
  • trasmissione di elevati carichi assiali
  • funzionamento silenzioso